Quello che non…

Familiarizzare con un settantenne di Tortorici che per rispetto ti da del vossia. Farti amico un sessantenne di Catania e parlare con lui di politica nonostante una parziale afonia. Ricevere pacche sulle spalle da un sessantenne di Troina che ironizza sugli attrezzi operatori. Passare per un grande studioso perché sei l’unico che legge qualcosa e allora arrendersi ogni tanto a subire programmi televisivi che non guarderesti nemmeno sotto tortura. Considerare il rito del cibo come un momento topico della giornata. Dormire. Svegliarsi e cercare nella musica sprazzi di ricordi. Riscoprire la paura e la voglia di riportarsi con i propri piedi su strade sicure e conosciute.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...